OROSEI.

Orosei si trova nella zona nord dell’omonimo Golfo, facilmente raggiungibile da Olbia, posizionato nella pianura compresa tra la foce del fiume Cedrino e il complesso montuoso granitico Tuttavista. Il paese è stato edificato come colonia di mercanti Pisani intorno al X secolo passando per l’epoca dei giudicati, le cui tracce sono ancora ben visibili nel curatissimo centro storico ricco di palazzi, chiese, viottoli e piazzette.

Orosei ha un centro storico ben conservato all’interno del quale si possono ammirare la Chiesa di S. Antonio Abate, la Chiesa di S. Giacomo Maggiore e il Museo Guiso che ospita una collezione di teatri in miniatura del XVIII sec. ed una collezione di costumi tradizionali dal 1880 al XX sec.
Da non dimenticare inoltre le Chiese del Rosario e delle Anime, allestite durante la Settimana Santa.

La Chiesa campestre di Santa Maria ‘e mare è invece importante per una delle manifestazioni più suggestive di tutta la Sardegna: il simulacro della Santa viene portato dal paese con barche addobbate di fiori lungo il fiume Cedrino, un percorso che arriva fino alla chiesetta di Santa Maria dove viene celebrata la cerimonia religiosa e organizzato un caratteristico banchetto, con piatti tipici e vino locale.

Chiesa Orosei
Panorama Orosei
Chiesa Sant'Antonio Abate Orosei
Stagno Su Petrosu Orosei
Piazza Sant'Antonio Orosei
Chiesa Orosei
Panorama Orosei
Chiesa Sant'Antonio Abate Orosei
Stagno Su Petrosu Orosei

SPIAGGE DA VISITARE.

Il Comune di Orosei, con i suoi 25 km di costa che si estendono dalla spiaggia Osala fino all’Oasi faunistica di Bidderosa, offre uno scenario estremamente vario dove la natura ha creato lunghe baie e cale paradisiache incastonate tra le rocce.
A dominare il paesaggio non è solamente il mare con i suoi colori cangianti e le incredibili trasparenze, ma anche l’ambiente circostante caratterizzato da pinete, macchia mediterranea incontaminata e scogliere di granito rosa e basalto.

La spiaggia del paese si estende per circa 7 km con un arenile formato da sabbia dorata di origine granitica e bagnato da acque limpide e cristalline. La caratteristica principale è la forte pendenza che rende il fondale subito profondo e particolarmente adatto alle immersioni. Ad attrarre gli appassionati della subacquea è in particolare il relitto del KT 12, un cargo armato tedesco della 2° guerra mondiale, che si trova al largo della costa.
I quattro punto di accesso principali hanno permesso di suddividere nominalmente il lungo litorale. Si distinguono infatti la spiaggia di Isporoddai, Su Barone, Su Petrosu e Osala.

La spiaggia è dotata di tutti i servizi quali chiosco, punto di salvataggio, area per noleggio sdraio e ombrelloni.

La spiaggia di Su Barone fa parte del lungo litorale della Marina di Orosei, è il secondo punto di accesso verso sud. E’ caratterizzata da un arenile con sabbia dorata e da un bellissimo mare dalle acque trasparenti, con delle cromie cangianti tra il verde e l’azzurro. Il lungo e ampio arenile permette di godere degli spazi nella più totale tranquillità. Una bellissima pineta accompagna la spiaggia di Su Barone per la sua interezza, permettendo il ristoro nelle ore più calde della giornata. Gli amanti delle passeggiate a piedi o in mountain bike possono seguire i sentieri che circondano il litorale per inoltrarsi nel vicino stagno Su Petrosu. La spiaggia, viste le sue grandi dimensioni, risulta mediamente frequentata durante la stagione estiva, eccezion fatta per le zone a ridosso dei parcheggi.

La spiaggia di Su Petrosu fa parte del lungo litorale della Marina di Orosei. E’ raggiungibile dal terzo punto di accesso del litorale, in direzione sud. La spiaggia è caratterizzata da un arenile composto da sabbia colore crema chiaro, lambito da un mare trasparente dalle sfumature cangianti tra il verde e l’azzurro. La spiaggia di Su Petrosu ha alle spalle lo spettacolare scenario dello stagno di Su Petrosu, luogo ideale per le specie aviarie permanenti e migratorie, folaghe, fenicotteri e aironi cenerini.
Alle spalle della spiaggia è presente una folta pineta e macchia mediterranea costituita da lentisco e mirto, mentre accanto allo stagno hanno posto gli immancabili canneti. La spiaggia prende il nome dal fondale dove spesso, dopo le mareggiate, si può notare il fondo con grandi banchi basaltici.

La spiaggia di Osalla è un tratto del litorale di Orosei dove regnano pace e tranquillità, soprattutto nei mesi meno caotici. La spiaggia è una lunga distesa di sabbia, dorata e sottile, che offre una solitaria e particolare suggestione.
Le sue acque sono trasparenti e presentano una policromia che varia dall’azzurro intenso al verde smeraldino per i giochi di luce creati dal sole riflesso sul fondale. Un ulteriore gioco di colori è offerto dal verde della fitta e affascinante macchia mediterranea che fa da contorno. A ridosso c’è una bella pineta, ideale per il relax pomeridiano.
Oltre il promontorio che delimita la spiaggia nel versante meridionale, si trova Cala Osalla, che fa parte del comune di Dorgali. Alle sue spalle è delimitata dal piccolo canale della peschiera, mentre a nord prosegue con la spiaggia di Su Petrosu.
Nelle vicinanze della spiaggia si trova un ampio parcheggio, strutture ricettive e punti di ristoro.

Cala Liberotto, distante circa 11 km dal centro di Orosei, è caratterizzata da numerose piccole insenature di sabbia con fondali sabbiosi e bassi, intervallate da promontori rocciosi di granito rosa. Non lontano dalla riva, tre grandi scogli, raggiungibili grazie al fondale basso, affiorano dall’acqua dando alla caletta un aspetto esotico. Il mare è cristallino, con meravigliosi colori che variano tra le sfumature del turchese, del verde e dell’azzurro. Alle spalle della spiaggia è presente lo stagno di Sos Alinos, bordato di canne e agavi, rifugio ideale per uccelli acquatici. La particolare conformazione rende la cala un intreccio di sentieri da esplorare a piedi. Prima di arrivare al promontorio che la separa da Cala Ginepro, la spiaggia concede ai bagnanti centinaia di metri di arenile, su cui si affaccia una fitta pineta. Per raggiungere la spiaggia da Orosei, procedere lungo la Strada Statale 125 in direzione nord, sino alla località Sos Alinos. Girare quindi a destra su Viale Cala Liberotto e procedere dritti per circa un chilometro, sino ad arrivare alla spiaggia.

Cala Ginepro è particolarmente adatta ha chi ama la sabbia bianca e sottile, con fondale basso e dolcemente digradante. Le acque del mare sono trasparenti, di color azzurro cangiante. E’ una spiaggia ideale per famiglie con bambini e per coloro che desiderano concedersi una lunga passeggiata o un rilassante picnic all’ombra della bella pineta di ginepri. Il nome della spiaggia è legato a quest’ultima, che regala alla caletta un tocco di verde che contrasta con i bellissimi colori del mare.

Proseguendo a Nord, lo scenario si fa sempre più mozzafiato, grazie alla presenza dello specchio d’acqua di Sa Curcurica. La spiaggia, con una lunghezza di circa 800 metri, ha una bellissima pineta con barbecue e tavoli per picnic, un punto di ristoro e un bagno pubblico.  Alle spalle del bellissimo arenile, si trova lo Stagno Sa Curcurica (gallinella d’acqua) che si collega al mare nell’estremo lato nord della spiaggia. Lo stagno ,visitabile con canoe, dà ospitalità a cormorani, gabbiani, aironi e falchi pescatori. L’arenile è composto da sabbia bianca e fine, con la presenza di qualche scoglio affiorante dalla battigia. Il fondale è basso, ideale per le famiglie con bambini. Il bellissimo mare è cristallino, con sfumature di colore tra il verde smeraldo e l’azzurro. Il sito è una delle aree costiere di rilevante interesse botanico e faunistico, inserito nella zona di competenza dell’Ente Foreste della Regione Sardegna.

La spiaggia più famosa della zona è certamente quella di Bidderosa, un’oasi naturalistica protetta, distante 13 km da Orosei e appena 2 km dall’Hotel. Il parco si estende per circa 530 ettari ed è un susseguirsi di dune e sentieri che attraversano la macchia mediterranea formata da pini domestici, eucalipti, quercie da sughero, palme nane e ginepri secolari. L’oasi costeggia gli stagni di Sa Curcurica e Bidderosa e raggiunge cinque spiagge di sabbia candida ad accesso limitato.

Berchida, insieme all’Oasi di Bidderosa, forma l’area individuata dalla Regione Sardegna come Sito di Interesse Comunitario, meritevole di tutela e conservazione con idonee politiche e interventi dei Comuni interessati (Orosei e Siniscola). Di sabbia bianca e acqua trasparente e bassa per decine di metri, la spiaggia di Berchida è una delle più belle della Sardegna, raggiungibile in auto attraverso un sentiero sterrato. E’ una delle più selvagge ed incontaminate ed in alcuni periodi dell’anno, quando il mare si fonde con la foce del fiume, prende la forma di un atollo caraibico.
Il punto di ristoro più vicino, è un consigliatissimo agriturismo dove è possibile degustare le specialità della cucina sarda.

Il Golfo di Orosei  è delimitato a nord dal paese di Orosei, a sud dalla falesia di capo Monte Santu. Questo tratto di costa, estesa per più di 40 km, è caratterizzata da severi e magnifici bastioni calcarei ricoperti da boschi secolari. In mezzo alle maestose scogliere lavorate dal vento e dal sole, l’acqua si è fatta strada creando imperdibili calette paradisiache.
Il Golfo di Orosei vi permetterà di vivere un’esperienza autentica, immersi nella natura più selvaggia. Potrete ammirare la Grotta del Bue Marino e visitare le cale più belle del Mar Mediterraneo: Cala Luna, Cala Sisine, Cala Mariolu, Cala Birìala, Cala Gabbiani e Cala Goloritzé. Per partecipare a un’escursione in motonave basta raggiungere la spiaggia di Marina di Orosei, a soli 3 km da Le Residenze del Maria Rosaria.

Cala Goloritzé - Escursioni Le Residenze del Maria Rosaria
Escursioni nel Golfo di Orosei - Le Residenze del Maria Rosaria
Spiaggia Sa Curcurica
Spiaggia Cala Liberotto
Cala Goloritzé - Escursioni Le Residenze del Maria Rosaria
Escursioni nel Golfo di Orosei - Le Residenze del Maria Rosaria
Spiaggia Sa Curcurica
Spiaggia Cala Liberotto